FANDOM


Quote 1    È così... Non è colpa di nessuno... Non c'era nient'altro da fare... Perché è il mondo... A essere crudele.   Quote 2
— Berthold prima di trasformarsi nel Gigante Colossale nel Distretto di Shiganshina.[7]

Berthold Hoover (ベルトルト・フーバー Berutoruto Fūbā?) è un Guerriero proveniente da un luogo sconosciuto all'esterno delle Mura, a cui si riferisce chiamandolo "Casa". Arruolatosi nel 104° Corpo di Addestramento Reclute, è riuscito a classificarsi 3° nel suo Squadrone e, successivamente, è diventa membro dell'Armata Ricognitiva, prima di abbandonarla dopo la rivelazione della sua identità come Gigante Colossale. Viene ritenuto un tipo molto tranquillo e taciturno, senza grandi ambizioni e, talvolta, carente di autostima.

Insieme a Reiner Brown e Annie Leonhart, possiede l'abilità di trasformarsi in un Gigante e serve un organizzazione ancora sconosciuta che opera all'esterno delle Mura. Venne inviato con i suoi compagni al Distretto di Shiganshina, nell'Anno 845, per distruggere le Mura ed infiltrarsi nell'Esercito in cerca della "Coordinata". Come Gigante Colossale, è uno dei principali antagonisti dell'opera.

Aspetto Modifica

Forma Umana Modifica

Bertolt è un ragazzo robusto, giovane e piuttosto alto. Ha capelli corti scuri e occhi verdi. Nell'adattamento anime, ha un tono di pelle leggermente più scura.

Forma Gigante Modifica

3577380-colossal

La forma titanica di Berthold è la più alta di tutte dopo il titano titanico (rod reiss), essendo quella del Titano Colossale. Essa infatti misura intorno ai 60 metri. Ciò lo rende sproporzionatamente pericoloso: ha una temperatura corporea maggiore rispetto agli altri titani ed è più difficile da uccidere poichè, al minimo taglio, dalla ferita fuoriesce un vapore ad altissima pressione e incredibilmente bollente. La sua enorme statura comporta anche una maggiore distanza tra il corpo umano di Berthold e la pelle di quello titanico avvantaggiandolo contro i soldati. Purtroppo le eccessive dimensioni lo portano ad essere molto lento e a decidere di trasformarsi solo se necessario. In caso contrario rischierebbe di essere troppo stanco per combattere o scappare una volta tornato umano.

Personalità Modifica

Berthold è giovane piuttosto tranquillo con una scarsa forza di volontà e tende sempre a seguire le decisioni degli altri. D'altro canto l'istruttore Keith Shadis ha notato che egli possiede un grande potenziale che non sfrutta per totale mancanza di spirito di iniziativa. Egli viene descritto anche da Eren come un tipo taciturno, solito nel voler rimanere lontano dal centro dell'attenzione, salvo quando la situazione lo richiede. Berthold stesso ha ammesso di essere un codardo noto per la poca autostima che ha nei propri confronti. Il suo comportamento riservato dà l'impressione che il ragazzo sia, tra i tre antagonisti in grado di trasformarsi in Titani, quello meno compromesso sul piano delle emozioni. Egli ha mostrato attaccamento e rimorso alle proprie azioni passate, e sembra interessarsi solo al suo compagno e amico Reiner. Comunque, quando si trova a parlare con i vecchi compagni del Corpo Reclute che gli chiedono se la sua amicizia fosse stata vera, egli rivela di avere idee conflittuali e sensi di colpa molto più di quanto ci si potesse aspettare.

Passato Modifica

Berthold proviene da una terra fuori dalle mura chiamata Marley, e ha iniziato una missione contro l'umanità nel corso dell'anno 845. Si conosce poco della sua vita prima di intraprendere questa missione, a parte il fatto che Reiner e Marcel erano i suoi amici d'infanzia. L'esatta natura del loro gruppo e la loro motivazione sono quelle di sterminare gli eldiani dentro le mura, considerati da loro, demoni. Si afferma che il loro obiettivo fosse quello di sterminare l'umanità, ma anche localizzare e recuperare il Titano Bestia e la misteriosa capacità chiamata la "Coordinata" posseduta da Eren Jaeger.

Prima di attaccare il Muro Maria, durante un viaggio con Reiner e Marcel, ha incontrato in forma di Titano Ymir. Mentre Ymir era in stato di incoscienza, ha cercato di divorare i tre ragazzi e ha quasi ucciso Reiner. Marcel ha finito per sacrificare la sua vita per proteggere i suoi amici, mentre Berthold sembra essere fuggito in preda al terrore e abbandonato gli altri due da vero codardo.

Storia Modifica

Caduta del distretto di Shiganshina Modifica

640px-Colossal Titan anime

La prima apparsa del Titano Colossale

Dopo cento anni di pace e prosperità, nell'anno 845, Berthold è apparso sopra il Muro Maria come Titano Colossale. La sua sola presenza è stata sufficiente a causare un notevole panico tra la popolazione, poichè è abbastanza alto per oltrepassare completamente le mura che dovrebbero mantenere tutti i Titani al di fuori della cittadina. In pochi istanti dalla sua apparizione, con un potente calcio ha distrutto una grande porzione del muro, causando un breccia abbastanza grande da permettere agli altri Titani di passarci attraverso.

Le macerie dovute all'impatto hanno minacciato ulteriormente gli umani, avendo dimensioni enormi, e hanno provocato la morte della gente e la distruzione totale delle case, tra le quali quella di Eren Jaeger. In seguito, non ha partecipato al massacro degli abitanti della città, anzi, è scomparso com'era venuto. Dopo questi eventi, il Titano Colossale non si è più visto per cinque anni. Durante l'evacuazione del Muro Maria, si è spacciato come rifugiato e infiltrato nel territorio umano. E 'stato visto con Reiner quando la campagna per riprendere il Muro Maria è stata annunciata.

104° Squadra dei Cadetti Modifica

Bertolt

Bertholt poco dopo l'arruolamento

Alla fine, Berthold si è unito ai militari, con l'aspirazione di aderire alla Polizia Militare e vivere in sicurezza nella parete interna. Nell'ambito del 104°, è stato considerato come uno dei migliori per quanto riguardava il 3DGM, tanto che Eren Jaeger gli aveva chiesto dei consigli quando aveva avuto a che fare con componenti difettosi.

Dopo aver visto la determinazione e la voglia di partecipare Eren nell'unirsi nell'Armata Ricognitiva, si considerava un codardo per voler arrivare lontano da loro. Tuttavia, Eren lo ha incoraggiato, dicendo che, dopo aver assistito l'attacco al suo villaggio, nessuno avrebbe biasimato per la sua decisione. Alla fine, ha raggiunto la Top Ten della sua squadra arrivando al terzo posto, proprio sotto il suo amico Reiner.

Attack On Avengers Modifica

Nel crossover tra la Disney/Marvel & L'Attacco dei Giganti/Shingeki no Kyojin, il Titano Colossale (Bertholdt Fubar), appare nei pressi della Statua della Libertà a New York. Gli Avengers sono pronti alla battaglia e ricevono l'aiuto dei Guardiani della Galassia.

Per ora non si sa molto sulla trama di questo crossover, ma si sa che i protagonisti di SnK incontreranno e aiuteranno gli Avengers e i Guardiani della Galassia a sconfiggere i Titani.

Modifica

Abilità Modifica

Trasformazione in Titano Modifica

Statistiche di Berthold Hoover[8]

 Tecnica 
9/10
 Capacità d'azione 
4/10
 Intelligenza 
6/10
 Capacità di collaborazione 
9/10
 Spirito d'iniziativa 
2/10

Titano Colossale

  Potenza
11/10
  Velocità
3/10
  Dimensioni
11/10
  Elusività
10/10
  Pericolosità
10/10


Relazioni Modifica

Curiosità Modifica

  • Nell'episodio 2 dell'anime si vedono Reiner e Berthold da bambini, in mezzo alla folla che ascolta l'annuncio della missione per riprendere il Muro Maria. Questo accade solo nell'anime.
  • Il sito ufficiale rivela che il suo soprannome è "Bertl".
  • Berthold è l'unico Titano mutaforma che fino ad ora ha mostrato interesse nel mangiare un essere umano, anche se in quella occasione l'ha fatto per ottenere il dispositivo di manovra tridimensionale della vittima.
  • Jean menziona un gioco del 104° squadrone di addestramento per prevedere il tempo metereologico che si basa sulle strane posizioni assunte da Berthold durante il sonno.
  • Il nome Berthold ha origini dal tedesco antico e significa "Forza Brillante"[9]
  • Il cognome Fubar è simile allo slang militare FUBAR che in inglese significa f*cked up beyond any/all recognition/repair/reason(trad. "nessun fo**uto punto sicuro nelle vicinanze"). Sebbene questo non sia stato intenzionale, in quanto la frase in inglese contiene volgarità, gli adattamenti anglofoni hanno cambiato il cognome in "Hoover", la cui pronuncia è molto simile.
  • Nel manga, durante una conversazione con Reiner, questo consiglia a Berthold di parlare ad Annie, invece che continuare a fissarla, se vuole fargli capire che tiene particolarmente a lei.

Riferimenti Modifica

Navigazione Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.